contatti

Relazione con gli assistiti: come adeguarsi alle diverse tipologie di persone

Il rapporto tra medico e assistito è molto delicato, e richiede una piena e reciproca fiducia per poter funzionare adeguatamente. In questo articolo vogliamo stigmatizzare alcune caratteristiche tipologie di atteggiamenti (sia dei medici, sia dei pazienti), che possono condizionare l’efficacia della relazione.

L’asimmetria della relazione medico-paziente

La relazione tra medico e paziente è di tipo “asimmetrico”, ovvero “sbilanciato” dalla parte del medico, per l’autorevolezza insita nel suo ruolo. Questa “asimmetria” assumere diverse connotazioni.

Il nostro sito usa cookie per offrire una migliore fruibilità di navigazione inclusi cookie "terze parti" e di profilazione per sottoporti contenuti in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se prosegui nella navigazione sul sito acconsenti alluso dei cookie.